Dieci anni

Dieci anni sono tanti. A pensarci adesso riesce a farmi salire brividi fino alla punta dei capelli, eppure io e te li abbiamo lasciati passare senza mai incontrarci. Troppo ingombrante il caos dentro le nostre vite.

In una cesta di vimini collocata sulla scala di servizio del mio ufficio c’è Spillo, un vecchio cane bastardo e selvaggio che sta lì da diversi anni, non lo prende nessuno con sè. Fino a un paio di anni fa azzannava quando aveva fame e azzannava pure se aveva mangiato. Gli altri cani lo evitavano, abbaiava rumorosamente e ingravidava tutte le cagne di passaggio. Stamattina è stato trovato che tremava e rantolava,  un uovo rotto che si agita dentro un guscio frantumato.

In questi dieci anni, trascorsi tra precisione e sbando, tra me e te solo telefonate e quando momenti particolari della vita ce l’hanno reclamato ci sentivamo durante la notte. Ipoteticamente ci sedevamo una accanto all’altra e non esisteva più nulla. Avevo metà della faccia che rideva e tu l’altra metà che piangeva, sollievo e disperazione che ci arrivavano ai polmoni a ogni presa di fiato. Parlavamo spesso dell’esperienza che ci aveva portate giovanissime a svolgere lo stesso lavoro, ritrovandoci a sopravvivere di pubblicità su manifesti e cartelloni pubblicitari, senza nessuna coscienza e senza nessuna volontà. Ingenue e sprovvedute non eravamo attrezzate per la vita, non possedevamo nessuno degli strumenti utili. In quel modo avevamo messo le basi per sbilanciare le nostre vite per i prossimi venti anni. Pazzesco pensarci adesso in questo pomeriggio di sole d’autunno.

Nell’ultima telefonata la tua voce mi era arrivata con un tono strano. Non mi chiedevi aiuto ma sentivo che stavi andando inesorabilmente a fondo senza nessuna spicciola resistenza di energia. Il tempo anche quando ci sembra corretto è un tempo maledetto che riesce a giocare a suo favore non lasciando a noi alcuna via di scampo. Ho allentato il filo della mia vita e sono corsa a riannodare la tua, talmente slambata che sarà proprio difficile da riportare in tiro.

L’appuntamento alle quindici e trenta nello storico bar di una via del centro. Nessun giornale in mano per riconoscerci, nessuna dritta sull’abito che indossiamo. Mentre ti aspetto appoggiata al bancone il messaggio di un collega avvisa che Spillo è finalmente morto. C’è scritto proprio così.

Ti parlerò di lui non appena arriverai Valeria. Ti parlerò di un cane magro e sgraziato, vecchio e mordace che non voleva nessuno. Mi sembra adesso di sentire il suo odore, quel miscuglio caldo di pelo e quel guaito che si smorzava in gola quando al mattino ci sentiva arrivare.

Gli volevo bene a Spillo e chi vuol bene c’è sempre Valeria. Anche quando non è presente fisicamente. L’essenza del bene è la libertà. Libertà di essere se stessi. Libertà di sbagliare e di ricominciare. Mille e ancora mille volte. Ancora e di nuovo.

E per sempre.

20130918_120953-1 Semplicità @Fotograffio

Annunci

89 thoughts on “Dieci anni

  1. Ti leggo prima di cercare di dormire, ultimamente non ci riesco. … proprio pocanzi pensavo ad un’amica con la quale ho condiviso un bel periodo e poi non ci siamo più capite ed ognuna di noi ha proseguito la sua strada. Anche se un giorno ci rincontreremo, dubito potrà esserci ancora quel feeling che ci univa. … fra di voi invece, quel legame non si è mai interrotto! Nonostante tutto quello che è potuto scorrere nel mezzo. Siete riuscite col vs impegno a mantenerlo: Che bello! !!! Ora ti saluto con grande affetto mia cara (se posso) AFB, augurandoti la più dolce delle notti. XXX

    Mi piace

    • Vado a dormire molto tardi anch’io, a volte conto le pecore nella loro transumanza oppure accendo il computer come adesso. 🙂
      Con Valeria ho avuto un’intesa da subito, l’ho conosciuta grazie ad un’esperienza di lavoro poi abbiamo avuto percorsi diversi ma non ci siamo mai allontanate. Rivederci è stata un’emozione bellissima credimi ed alla fine non volevamo più lasciarci 🙂
      Una dolce notte anche a te, con tanti sogni 😉

      Mi piace

  2. Amica mia, anche in questo post c’è tanto sentimento… Quando scrivi fai commuovere tutti 🙂 te l’avevo scritto nel commento del mio blog, ma non smetterò mai di dirtelo. Ci metti l’anima anche in “racconti” quotidiani. Sei una bellissima persona e chi ti circonda, lo sa. Ecco perchè qualunque legame, resterà tale, anche dopo tanti anni. Parlare con te mette serenità. E, infatti, il tuo è il trenino della felicità! 🙂 Bacioni amica mia! Un grande abbraccio per un dolcissimo fine settimana!
    Grazie di esserci! Per me è importante! ❤

    Mi piace

  3. “… come i treni a vapore
    di stazione in stazione
    di porta in porta
    e di pioggia in pioggia
    di dolore in dolore
    il dolore passerà.”

    Che strane coincidenze: Valeria
    (un nome importantissimo per me)
    Dimmi se davvero ci siamo mai incontrati io e te.

    Mi piace

  4. Bellissimo post, così vero, così umano e caldo.. hai raccontato magnificamente l’amicizia vera. Il finale mi trova totalmente d’accordo: “chi vuol bene c’è sempre … Anche quando non è presente fisicamente. L’essenza del bene è la libertà. Libertà di essere se stessi.” Peccato che poche persone capiscano questo… ci pensavo proprio oggi, piangendomi un po’ addosso, mentre stavo a letto con un po’ di febbre.
    Se tutte le persone avessero la tua sensibilità la terra sarebbe il Paradiso.
    Buona notte e un abbraccio grande.

    Mi piace

    • Ehi Laura … cos’è successo, la febbre perchè? Forse “frutto di stagione”? Va meglio spero! 🙂
      La sensibilità appartiene molto anche a te, affiora in ogni poesia che scrivi, sai essere di una tenerezza infinita.
      Sempre gentile nei tuoi commenti verso di me, ti ringrazio. 😳
      Ma sai cosa c’è Laura ? Che la vita è soltanto una e purtroppo anche “breve”, mi secca spendere i giorni (unici e irripetibili) in cose che mi fanno stare male e cerco per quanto possibile di virare la “barca della vita” verso un approdo, verso un porto sicuro dove ci siano le luci, le persone, la gioia dell’emozioni, passioni, sensazioni, idee, sorrisi, etc… Perchè ostinarsi ad andare verso gli scogli e finire per naufragare? Che senso ha questa autodistruzione? 😦
      Quindi un bel sorriso e via … buona giornata carissima, un abbraccio forte 😉

      Mi piace

  5. Ciao
    Che ti devo dire?
    Trovo questo post dolcissimo e trasmette un messaggio molto profondo: “Amicizia Sincera”.
    Comunque mi è bastato pochissimo ( infatti ho letto alcuni tuoi post) per capire che la tua semplicità va oltre ogni aspettativa.
    Questo post riflette il tuo stile di vita e i tuoi ideali perfettamente. Brava!!
    Ti stringo cordialmente la mano, Edo

    Mi piace

    • Ciao Edo
      Che ti devo rispondere?
      Grazie innanzi tutto. Io ci credo nell’amicizia, nei rapporti umani, nel valore dei sentimenti.
      Ci scambiammo proprio su questi argomenti alcune battute da te, a quei tempi -non avevo il blog- commentavo col mio nome. Eri stato allora di una cortesia squisita.
      Proprio come adesso. 😉
      Ti stringo anch’io cordialmente la mano. 🙂
      Mando una carezza virtuale all’elefantino, orgoglio della città. 😉
      Buon fine settimana … e grazie davvero per essere passato qui.

      Mi piace

      • Ciao
        Con questo commento mi hai svegliato il criceto nel cervello che sta girando in quella ruota vertiginosamente.
        Ma veramente ci siamo scambiati opinioni, ma dove nel mio Blog o in qualche nostro amico/a in comune?
        Devo uscire.. però sto pensando a questa cosa che commentavi col tuo nome.
        “A quei tempi”, ti riferisci a quando eravamo nella piattaforma di Splinder?
        Edo

        Mi piace

        • Sul tuo blog, piattaforma WordPress.
          Sono passati molti mesi, forse un paio di anni, in me è rimasto un ricordo positivo della tua persona.
          Sicuramente cortese e arguta da morire. A volte “sciarrina” tra le righe, sempre con benevolenza però.
          Spero che il criceto abbia fermato il suo giro … per calmarlo potresti declamare una poesia della Merini (come me l’apprezzi molto) oppure una barzellettina o un bel pezzo musicale. Sei Gran Maestro in questo! 😉
          Una felice notte
          Affy

          Mi piace

          • Mi cunfunni accussì.
            “Come una goccia di rugiada, vorrei scivolare sul tuo viso, per accarezzarlo dolcemente”.
            Adesso tu ti chiedi: che c’entra questa dedica? e io ti rispondo: boh!! Accussì
            Adesso devo uscire, e ti auguro una domenica splendida e serena. Edo

            Mi piace

            • Il mio cuore ha spazio per molti pur se qualcuno ne occupa porzioni più estese.
              Sto smielando pagine di sarcastica ironia e altro che domenica splendida e serena: son qui a sbattere la testa su di uno spigolo vivo.
              Detto ciò BongioNNNoo Edo 😉

              Mi piace

                  • Ciao
                    Rientro proprio adesso..stanco ma felice.
                    Ti rendi conto, Catania 2 Chievo 0. Che partita!! Magico Catania!! Evvvaaaaaiiiiii
                    Ti racconto una cosa:
                    Cosa dice un elefante quando vede un tifoso del Chievo nudo? Ma come farà a bere? 🙂 🙂 🙂
                    Un abbraccio vellutato, Edo

                    Mi piace

                    • 😳
                      Già, dimentico che a Catania tutto gira intorno all’elefantino 🙄
                      Il Catania ha vinto, bontà sua 😆 Tu vai a Glen Grant ma io per festeggiare siffatto risultato stapperò un Regaleali, o un Rapitalà, o un Corvo di Salaparuta o un Nero d’Avola mentre spizzulìo la cena.
                      E troverò una cannuccia per far abbeverare il povero tifoso. 😦 L’abbraccio vellutato è pi ‘mmia, in queste sere d’autunno può giovare alle mie stanche membra dopo cotanto travagghio.
                      Grazie Edo, buenas dias. 😉

                      Mi piace

  6. Valeria è fortunata, ad avere un’amica come te. E la libertà… magari esistesse fino in fondo. Comprendo il dispiacere per il cane, davvero. Sai, mi piacciono molto i treni rossi, le stazioni, i bei racconti… torno di sicuro… sono tornato già. Un saluto.

    Mi piace

    • Io aspetterò il tuo ritorno. Come sempre.
      Anche vestito con un “nuovo” nick.
      Però … ti ho riconosciuto, dicono che l’assassino torni sempre sul luogo del delitto.
      Sei inconfondibile nel tratto, nella scia che lascia ogni tuo scritto.
      Un privilegio per me sapere che ci sei.
      … sei troppo forte, tzè! 😉

      Mi piace

      • Grazie, sì sono tornato… a volte ritornano, a rompere le scatole, a cercare di stare in piedi dopo sberle pesanti. Grazie ancora per la stima. spero che ti piacciano i nuovi post e le nuove foto (sono tutte mie, compresa quella della testata, salutami fotograffio!). Buona domenica. 🙂

        Mi piace

        • Mai, le scatole alcune persone non le rompono mai. Anzi … certe scatole son belle da aprire in due, scopri sfaccettature dell’altro che non conosci, forse neppure immagini.
          Le sberle stanno al viso come le carezze. Le prime lasciano segni ed incredulità le altre regalano gioia ed estasi.
          Arrivano come la tempesta dopo ogni bonaccia: ogni marinaio lo sa. Conosci il mare, sai questo anche tu.
          I tuoi nuovi post certamente che li seguo e sei bravo anche nella fotografia (so di ripetermi in questo).
          Mi piacerebbe saperti sereno, ancora pieno di stimoli e di curiosità e che ti abbandoni per sempre quella vena di malinconia che colora di grigio le tue giornate.
          Fotograffio legge automaticamente tutto ciò che lo riguarda, è attaccato al blog come un paguro allo scoglio e tra poco si visualizzerà un msg sul mio cellulare con su scritto. “vai a leggere …”. 😉
          Buona domenica caro amico, un abbraccio 😉

          Mi piace

          • Una abbraccio dolce anche a te, sei sempre cara, per la serenità… spero, ma la curiosità c’è sempre. Mi spiace un po’ per la biblioteca, davvero, ma fa parte del problema. Chissà, tra un po’, magari calmata la burrasca, il bibliotecario potrebbe tornare… insisterò con il sindaco della città per fargli avere un posto fisso più sicuro 🙂 Catamarò è un bel personaggio e la maestrina… ci sono proprio innamorato… 🙂

            Mi piace

  7. Peccato io non sia Valeria….
    Mi hai commosso…non vale! 👍
    Sei emozione quando ti leggo…questo mi spaventa un po.
    Ciao cara Afinebinario !! (Anna, Maria, Grazia, Elisa, Marica, Federica, Graziella, Emanuela, Paola ecc ecc 😂)

    Mi piace

    • Tu sei Pier … ti sembra forse poco? 🙄
      Leggere le tue poesie, ascoltare la tua musica … è anche questa emozione.
      Capire adesso puoi … tu chiamale se vuoi … emozioni! ♫ ♪ ♫ ♫ ♪
      AFB (ahahahah … non molli eh?) 😉

      Mi piace

    • Chi, io? 😯
      Le femmine sono curiose (e tu lo sai!) e allora amico mio vuoi forse lasciarmi languire in questo tappeto di curiosità? vuoi che la notte mi colga sprovvista del più intrigante sapere?
      Orsù non lesinare le tue abili conoscenze, lasciami trafugare qualche piccolo indizio, rendimi dotta della tua stessa sapienza.
      Una dea … ma quando mai mi era capitata cotanta felice realtà? Neppure in seno alla festa di carnevale.
      Io seduta in quest’angolino aspetto mentre la notte incombe, intanto sogno e male che va qualche pecora conto, una due o centoventi.
      L’essere dea mi deve aver già dato in testa, più forte di un Rapitalà, di un Regaleali, di un Corvo di Salaparuta, di un Nero d’Avola.
      ed è tutto dire ….
      Signore e Signori Affy è una Dea, mica pizza e fichi …. 😉

      Mi piace

  8. Ho sempre creduto nell’amicizia! Sono una che dava tutta se stessa ,parlo al passato perchè dopo le tante delusioni ricevute non mi butto più.Forse ci sono ancora le amiche di una volta ,ma per andare sul sicuro ho eletto come UNICA e SOLA amica del cuore mia figlia ,e lo stesso ha fatto lei con me!
    Pensa che c’è stato pure chi mi ha tradito mentre era amica di blog! Sono stata mollata perchè reputava un’altra blogger più importante per notorietà di blog.
    Si cara Affy su splinder succedevano anche queste cose.
    Pensa che adesso nessuno mai crederebbe che questa blogger che adesso è su wordpress è stata capace di essere complice di chi mi ha perseguitata ,vessata,minacciata e stalkerizzata per ben 11 mesi fino alla chiusura di splinder.
    se vuoi sapere di più scrivimi in privato e ti farò conoscere “L’ANGIOLETTO”
    Un bacio♥
    liù

    Mi piace

    • Sigh 😦 neppure degli “angioletti” dobbiamo più fidarci! porcapaletta! 🙄
      Mi dispiace … mi dispiace perchè c’è spazio per tutti, la rete è grande e allora perchè succedono certi malintesi, certi equivoci, certe rappresaglie che non conducono mai a nulla di buono?
      Personalmente non ho mai seguito le persone perchè hanno un blog numericamente importante, ho frequentato e frequento blog che mi fanno star bene con chi lo rappresenta e con i suoi commentatori.
      Non si può piacere a tutti e questo a me va bene, va benissimo … ma dichiararsi guerra, tradire un’amicizia comunque creata, spalleggiare per mettersi in mostra …. vale davvero la pena?
      Capisco il tuo malumore, ti scrivo in privato dai … che mi devi raccontare anche come stai adesso, qui i frutti di stagione (raffreddori e influenze) stanno decimando le mie conoscenze.
      Un abbraccio Liù 😉

      Mi piace

  9. “dieci anni da narrare l’uno all’altro ma le frasi rimanevano dentro in noi” quando basta il suono di una voce a sollevare gli anni dalla polvere, a radiografare il passo centrato e quello completamente sbagliato, certi incontri sono fulmini scagliati da un cielo complice, la libertà è sapersi guardare dentro come gli altri ti guardano fuori … bellissimo post

    Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...