Eccoci di ritorno ….

Mentre la pioggia picchietta contro i vetri dell’ufficio ed i passanti sono intenti a schivare schizzi e pozzanghere io ed altri colleghi chiudiamo veloci pratiche e cassetti. E poi giù in strada. Ombrelli colorati che si aprono insieme, Fotograffio con la giacca sulla testa prende a correre alla rinfusa. Non c’è molto tempo dobbiamo affrettarci per preparare le valigie e correre al porto, quindi salire sulla nave che ci porterà in Sardegna  per lavoro e per vacanza.

In serata siamo tutti e nove allineati con le valigie e le vetture in attesa dell’imbarco per Olbia.

Alle sei e quaranta dopo una notte quasi insonne arriviamo nel Golfo di Olbia, siamo finalmente sull’isola. L’odore di timo, mirto, ginepro ci avvolge, ci dà la certezza che siamo arrivati davvero. Una veloce colazione e via verso la Gallura dove il granito assume la forma spettacolare di un giardino pietrificato. E in quel giardino attraverso l’azione combinata delle piogge e del vento roditore si possono trovare monoliti, folla muta e immobile che assume le sembianze di un orso, di un leone o di un elefante. E si possono trovare alberi la cui chioma sviluppata da un unico lato è stata sagomata dalla forza del maestrale, un vento che s’improvvisa scultore. Non credo di far abuso di aggettivi nel descrivere questi paesaggi fiabeschi, mozzafiato, incantevoli.

Un breve giro per Castelsardo

e breve sosta a Palau una città deliziosa dove troviamo qualche vecchio murales per la felicità del mio collega Fotograffio.

Il giorno dopo decidiamo di andare ad Alghero una città dall’architettura gotica-catalana dove le insegne e le scritte delle vie sono riportate anche in catalano. La chiesa gotica di San Francesco e il Duomo di Santa Maria catturano la nostra attenzione così pure i vicoli e la grande scultura del seme della solidarietà che ci accoglie sulla piazza.

Nel pomeriggio facciamo un giro per vedere le rocce bianche calcaree di Capo Caccia dove il ginepro cresce in riva al mare. I 656 gradini che conducono alla Grotta di Nettuno con il suo piccolo laghetto interno sono un’autentica meraviglia. Immagini davvero suggestive, spuntoni rocciosi di una bellezza primitiva e selvaggia.

Il mattino successivo una leggera pioggerella accoglie il nostro risveglio ma con il solito buonumore ci dirigiamo verso Stintino dove c’è una sorta di piscina naturale circondata da sabbia bianchissima e la Costa Smeralda, Porto Cervo. In lontananza vediamo l’Asinara e l’Isola Piana.

Nel pomeriggio fa capolino un pallido sole ed andiamo a visitare l’Abbazia Romanica Santissima Trinità di Saccargia nel Comune di Codrongianos.

Il giorno successivo è la volta di Sassari. Il tre e il quattro maggio tutti i monumenti sono rimasti aperti ma in Via Giovanni Pascoli il Museo d’Arte Contemporanea è chiuso. Proseguiamo per visitare la Fontana del Rosello purtroppo in ristrutturazione. La nostra attenzione viene catturata da una scritta che si trova sulla serranda di un edicola in Via Ettore Pais “La vita è veramente bella. Vivila

Proseguiamo per il Duomo, è un pomeriggio pieno di sole e la gente è fuori a chiacchierare e gustare il gelato, ben volentieri ne imitiamo le gesta. Saliamo per Via Turritiana, a Piazza Castello c’è una lunga fila come pure a Piazza Italia per vedere Palazzo Giordano. Fotograffio preferisce col naso in su fotografare un palazzo in Via Carlo Alberto mentre una parte di noi entra al Museo Ga-Sanna.

Adesso siamo tornati a casa. Nelle narici abbiamo ancora l’odore del mirto, negli occhi il blu smeraldo del mare.

E un groppo in gola che ci vorrà del tempo per far passare.

Affy   🙂

(Tutte le fotografie sono state scattate da Fotograffio  😆   … si vede vero?   😉    cliccandoci sopra s’ingrandiscono pure!  😦   )

Annunci

51 thoughts on “Eccoci di ritorno ….

  1. A parte la tua fiabesca descrizione dove mi è parso pure a me di sentire l’odore del mirto e di perdermi il quel blu ove “naufragar m’è dolce”…mi sono persa nelle foto, in alcune ti ho messo il mi piace , altre non me lo hanno permesso (chissà poi perchè!)…. ma il grembiulino con scritto ziaLaura me lo sarei portato a casa di sicuro 😀 Bentornata…
    Ti abbraccio carissima e complimenti a Fotograffio 🙂

    Mi piace

    • Ciao carissima, eccomi finalmente “a casa”, perchè il blog in fondo “è casa”. 😉
      E’ stata una partenza decisa all’ultimo momento, sotto la pioggia e senza un preciso itinerario. Abbiamo fatto il possibile per ricavare delle mattinate o dei pomeriggi fuori lavoro per visitare alcune città della Regione e sul luogo dove andare ha sempre vinto la maggioranza. Se fosse stato per Fotograffio sarebbe andato spedito ad Orgosolo dai suoi amati murales e per fortuna che a Palau ne abbiamo trovati alcuni anche se datati.
      Riguardo alle fotografie tengo a precisare che sono state scattate senza nessuna velleità 🙄 aiutati soltanto da un paesaggio stupendo anche se molte volte inzuppato di pioggia.
      I grembiulini li confezionano “al volo”: è sufficiente dire il nome e voilà è pronto.
      La Sardegna è una terra stupenda davvero, ne resto ogni volta affascinata. 😆
      Un abbraccio forte Laura 😉

      Mi piace

  2. Meraviglioso post! Con rapidità leggera, quasi come fossi stata sulle ali di un gabbiano, mi hai fatto assaporare con i sensi e con l’anima, molti splendidi luoghi della Sardegna, terra che vorrei tanto poter un giorno visitare e di cui hai fatto qui uno spot pubbliccitario unico! Complimenti Affy e anche a Fotograffio per le foto bellissime. Beati voi che avete potuto unire lavoro e piacere… 😉 Ben tornata! Un bacione. 🙂

    Mi piace

    • Lauretta cara il post l’ho scritto di getto, confesso che era lungo il doppio e con il doppio delle immagini ma non so per quale motivo le fotografie diventavano tutte nere e si perdevano pezzi di post. Per semplificare ho adottato questa versione. 😉
      Mannaggia … non sei mai stata in Sardegna? Occorre rimediare sai…. 😉
      E’ una Regione versatile, c’è un mare da favola ma anche l’entroterra non scherza con il suo dedalo di grotte e di canyon che ricorda il paesaggio del FarWest, un vero museo a cielo aperto, uno spettacolo unico.
      Abbiamo lavorato ma non nego che ci siamo anche divertiti, nonostante la pioggia.
      Fotograffio è un pazzerellone, è un toscanaccio e con lui le risate sono sempre assicurate.
      Passo prestissimo da te a leggerti, un bacione grande 😉

      Mi piace

  3. come ti capisco!!! il rientro dalle vacanze è durissimo! della Sardegna ho un ricordo bellissimo!!! forse l’ultima vacanza con mio padre….non so perché…ma non ci sono voluta più tornare!!! bellissime foto! buona serata!
    Simi<3

    Mi piace

    • Ciao Tenerezza,
      la Sardegna è troppo bella per non averne un ricordo positivo. Capisco però che il tuo ricordo è legato ad una persona particolare e rispetto la tua nostalgia.
      A me piace molto viaggiare e con l’arrivo della bella stagione spizzico un pò l’Italia in attesa di fare viaggi più lunghi.
      Un forte abbraccio ❤

      Mi piace

  4. Ciao… ti e’ piaciuta, vero? Se noi sardi diciamo che la Sardegna e’ bella…c’e un motivo.

    Vero, Affy. La tenconogia ogni tanto ci lascia a piedi. Guarda, “ci lascia a piedi”, ma meglio cellulare e computer che la macchina, io penso sempre questo. Se si guasta il cell, non mi perdo la giornata di lavoro. Ma se domani mattina non mi parte la macchina…
    Comunque, anche per quanto riguarda il pc, tutto o.k. Ciao Affy 🙂

    Marghian

    Mi piace

  5. Foto e parole bellisime per descrivere al meglio la magia di quella straordinaria isola che è la Sardegna. La vivo per un breve periodo l’anno da sempre, parte del mio cuore e le mie radici sono infatti lì. Ebbene sei riuscita a farmi riassaporare per un attimo i profumi e il calore di quella terra. E poi il blu smeraldo inconfondibile del mare fa sempre bene rivederlo!
    Ben tornata 😉

    Mi piace

  6. Foto bellissime a parte ,c’è bisogno che dica che la Sardegna come la mia Sicilia è splendida?
    Spero ti sia divertita e riposata ,anche se siete stati per lavoro.
    Un bacione Affy cara 🙂
    liù

    Mi piace

  7. Ma che articolo meraviglioso!!! E che bel team con quegli ombrelli colorati, mi sembrava di vedervi e vedevo anche Fotograffio riparato da un semplice giornale.
    E’ inutile ripeterlo, Affy quando scrivi sei magica. Riesci a far entrare chiunque nel pezzo. Mi hai fatto sentire il profumo di mirto, mi hai fatto vedere il blu del mare e, mentre leggevo, sentivo la magia della brezza marina. Quando leggo i tuoi articoli non salto neanche un rigo ed ogni volta mi ripeto, non lo dico tanto per dire, sapessi scrivere io così 😦 Fotograffio ha fotografato proprio bene. Adesso sono proprio incuriosita, ma che lavoro magico fate tutti voi che lavorate facendo vacanza?? Vi invidio un po’. Bacioni a tutto il team da Bea

    Mi piace

    • Mia cara Bea oltre la brezza marina abbiamo avvertito anche una leggera pioggerella primaverile che si alternava a sprazzi di sole, alcune foto sono state fatte sotto un cielo plumbeo che non prometteva nulla di buono.
      Ho un lavoro che mi piace molto anche se di magico non ha nulla a parte la grande e consolidata amicizia che c’è tra noi. Mi occupo di controlli e supporto presso aziende del territorio nazionale (a nostra discrezionalità o a loro richiesta).
      Estenderò i bacioni a tutto il gruppo 😉
      ti abbraccio forte

      Mi piace

    • Ciao Ross nella bellissima Sardegna sono stata diverse volte ed è una gioia quando posso andarci con il team perchè c’è tra noi una grande amicizia consolidata negli anni. Mi occupo di controlli e supporto presso aziende del territorio nazionale (a nostra discrezionalità o a loro richiesta).
      una buona giornata, con un abbraccio 🙂

      Mi piace

    • Manu la Sardegna ti aspetta! E’ un’isola veramente ospitale, ti fermi a chiedere un’indicazione e ti ritrovi a parlare con un loquace amico pronto a consigliarti per il meglio. E ovunque posi lo sguardo è una cartolina che ti appare davanti. 😉
      ti abbraccio

      Mi piace

  8. Eccoti qui carissima Affy,certo e molto meglio visitare un bel posto ….ringrazia fotograffio per le splendide foto….e te’per averci descritto con tanto entusiasmo le bellezze della Sardegna,sono contenta per te.Un abbraccio affetuoso cara Affy.
    Caterina

    Mi piace

  9. ..sapessi quante volte ti penso e penso alle tante risate…
    Come state? Mi pare di capire che eravate in Sardegna…ci siamo sfiorati
    col pensiero.
    Stamani tentando di fare qualcosa su questo pc mi sono detta che era giunta l’ora di cercarti…
    ed ecco con mia gioiosa sorpresa queste meravigliose foto…è una parte della Sardegna che ho visto di sfuggita…quella in cui vado io è la parte sud.
    ma è tutta meravigliosa, ricca di storia e colori che difficilmente si dimenticano.

    Fotograffio è un nostalgico pensiero…e va bene così.
    Abbraccialo da parte mia.
    Sono felice di avere questo filo che non si spezza
    perché ogni tanto mi riporta a te e a chi divide con te le giornate.
    Un abbraccio sincero
    vento

    Mi piace

    • Ciao carissima Ivana è sempre un’emozione leggerti.
      Sono stata in Sardegna, nella parte nord, giorni davvero belli, spesi in allegria e tante, tante risate. Chissà se ci siamo sfiorati, c’erano tutti “loro” con me, noi eravamo sulla nave Amsicora e che bello sarebbe stato incontrarci.
      Fotograffio sta imparando “l’arte della fotografia” e con lui il promesso sposo. Insieme stanno facendo dei numeri incredibili. Spero di pubblicare presto qualche reportage, senza nessuna pretesa se non quella di riderci un pò su, in fondo il blog “a fine binario” è nato anche per questo.
      Sai … penso che le strade non si dividano mai per sempre. Sono sicura che noi due ci ritroveremo, era inevitabile però cambiare rotta anche se ho sofferto molto per questo.
      Salutami tanto Sara, questo è un momento molto importante per lei. Falle i nostri sinceri auguri per un futuro radioso. ♥
      A te un grande bacio, ti penso tanto anch’io, con nostalgia.
      Affy

      Mi piace

  10. Dolce trenino…questa volta il viaggio me lo hai fatto fare davvero!! 😊
    Io su quell’isola ho lasciato parte di me. Come in ogni posto nel quale mi è capitato di passare. Brutto vizio il mio, alla fine di me non resterà nulla.. Ma lo faccio apposta, così quel giorno, avrò la scusa di tornare in ogni singolo luogo, recuperare quella parte di me..trovandola sicuramente migliore.
    Un abbraccio trenino! Mi dispiace essere così vuoto, da non saper più regalare nulla..dicono succede. Sarà! Però vorrei tanto stare sdraiato su di un prato fiorito, come quelli che si vedono in questo periodo. Restare li. E guardare il cielo. Il suo cambiare nelle ore. Gustarne i colori, le variazioni di luci, le nuvole, che hanno la fortuna di guardarci da lassù, di andare e viaggiare nei continenti. Stare li.. Con la speranza di salirci, su quel cielo.

    Mi piace

    • Ciao carissimo Pier 🙂
      Perchè dici che non sai regalare più nulla e di sentirti vuoto? Sono solo momenti questi e li attraversiamo tutti.
      Tranquillo che poi tornano sia le parole che i pensieri e ti ritroverai ad essere un fiume in piena.
      Il cielo è poesia, è bello annegare con gli occhi nel suo celeste, perdersi tra le nuvole e sognare un pò. Ritornare a terra con lo sguardo carico di emozioni e con occhi nuovi guardarci intorno per riscoprirci magari diversi, forse migliori.
      Un grande abbraccio 🙂

      Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...