E’ ancora … Book nomination

Ieri è stata Silva a nominarmi.

Il suo blog     http://silvarigobello.com/    ha festeggiato un paio di giorni fa il primo compleanno. Un anno piacevolmente trascorso insieme parlando di cucina e di affetti, di sapori e di vita.

Grazie di cuore Silva 

Questo award prevede soltanto la citazione della parte di un libro che ci è piaciuto e la nomina di altri cinque blog.

La citazione che sento forte  … “è il battito che vale sempre la pena di vivere.

Ora ciò che segue non riguarda un libro ma è un mio scritto, una personale riflessione con uno dei miei disegni che sovverte la regola.  🙂

20140405_103652

… tu camminavi, alla tua sinistra c’era il mare

… io camminavo, alla mia destra c’era il mare.

Camminavamo sulla spiaggia andando una incontro all’altra. Eravamo solo noi due, due perfette sconosciute.

Me lo ricordo ancora bene quel giorno di maggio, anni fa, pomeriggio di primavera.

A piedi nudi, vestita con una maglietta e i jeans arrotolati alle caviglie stringevi un bastone con la mano destra, una sciarpa azzurra intorno al collo e i capelli lunghi, un sorriso dentro gli occhi t’illuminava il viso. Con me c’era Ralph, un pastore tedesco fulvo di due anni, un compagno giocherellone e sveglio.

Poi Ralph inspiegabilmente si era avvicinato a te e ti aveva annusata scodinzolando festoso, forse capiva il tuo amore per gli animali. Avevi lasciato cadere il bastone sulla sabbia umida e avevi accarezzato il cane sul dorso, a lungo. Lui si era appoggiato di scatto con le zampe anteriori alla tua figura e tu inevitabilmente eri caduta all’indietro. E lì sulla sabbia avevi iniziato frastornata a ridere, il cane ad annusarti tutta. Ti avevo aiutata a rialzarti e a ripulirti dai mille granelli, mi sentivo in colpa, tu sdrammatizzando avevi pronunciato il tuo nome, piacere … Carla.

Due scogli bassi e neri scampati al mare sono stati i nostri sgabelli incastonati dentro la sabbia grigia e fine, tra frammenti di conchiglie e ricci, pietre colorate e vetri. E sassi.

Il mio cane Ralph stava accovacciato ai tuoi piedi, muoveva solo le orecchie e l’ultimo tratto della coda, nel dormiveglia ascoltava le nostre parole.

Parlavi e ridevi con quella risata che con il tempo non hai mai smesso, contagiosa e inconfondibile. E ridi in quel modo oggi mentre parli o sei triste, oppure inquieta, mentre pensi che nella vita tutto sia giustificabile o almeno sopportabile.

Nel silenzio avevamo spostato lo sguardo altrove, prima sulla sabbia racchiusa dentro i pugni delle mani, poi dentro l’azzurro del mare. Due gabbiani ondeggiavano sulla battigia intenti a pulirsi le piume prima di alzarsi nuovamente in volo.

Guardavo incuriosita il tuo bastone. “Ci sono donne sbagliate e ci sono uomini sbagliati” intanto spostavi lo sguardo all’orizzonte per impedirti le lacrime “non serve generalizzare, non ha nessun senso farlo”, lo dicevi a me, lo dicevi a te stessa.

Per quell’uomo sbagliato e violento che in una sola manciata di mesi ti aveva resa la vita tutt’altra cosa provavi rabbia ma non disprezzo. Lo amavi ancora, lo amavi tanto, si capiva dagli occhi, dalle parole, dalle pause nella tua voce … è il battito che vale sempre la pena vivere, mi avevi detto piano.

Il buio che portavi dentro lo raccontavano i tuoi occhi improvvisamente cupi mentre quel pomeriggio me ne parlavi. Lo raccontava il bastone sul quale ti appoggiavi dopo la rovinosa caduta dalla scala durante l’ultima lite quando era rincasato ubriaco, un lungo intervento di ricostruzione della gamba ti aveva restituito il passo ma reso incerto l’equilibrio. E tutti i giorni sulla sabbia lambita dal mare, a piedi nudi, camminavi ore e ore per quella riabilitazione obbligata. Camminavi in disparte allontanandoti dagli sguardi delle persone conosciute che ti apostrofavano sottovoce e senza nessun riguardo con quel termine poverina che detestavi tanto. In quei momenti da sola, in silenzio, chissà se pregavi.

Sono cambiate tante cose Carla, sono passati anni da quel nostro primo incontro eppure la tua paura per gli uomini è ancora lì, intatta e immobile.

Seduta in giardino dipingo colori su una tela, mi stropiccio gli occhi per ricacciare indietro le lacrime per quell’immagine che torna ancora viva.

Tu resti oggi appesa con il destino al filo di un aquilone, lo so bene, un filo esile destinato prima o poi a spezzarsi purtroppo con il vento. Io dipingo con più forza la gioia per la vita, quella che adesso ancora ci rimane.

“Non mollare mai Carla, tu non mollare, ce la farai, in due ce la faremo” t’imploro in silenzio ed è … come parlare a me stessa. 🙂

Affy

I cinque blog che nomino sono:

http://iblogvannodimoda.wordpress.com

http://comeuncalzinospaiato.wordpress.com

http://zuccazoe.wordpress.com

http://ladimoradelpensiero.wordpress.com

http://lucidido.wordpress.com

…. assolutamente liberi o meno di proseguire il viaggio!

Un forte abbraccio

Affy

Annunci

40 thoughts on “E’ ancora … Book nomination

  1. Bellissimo racconto Affy 🙂 !!!! L’ho letto davvero volentieri!!!
    Grazie mille per la nomina! Sei sempre molto tenera!! Provvederò al più presto 😉 !!

    Mi piace

    • Non c’è. 😉
      Nessun libro Claire, è semplicemente una mia riflessione dedicata ad un’amica.
      Ho sovvertito la regola, in fondo in precedenza ne avevo menzionati ben tre di libri.
      Ed ora un buon thè ce lo gustiamo? me ne hanno regalato al “ginseng e cannella” e devo ammettere che non è niente male … arriva il profumo fin da te? Allora preparo eh … 😉
      Intanto un bacino te lo lascio, Kiss 😆

      Mi piace

      • Ah ecco vedi, non avevo capito nulla, credevo che la frase fosse comunque una citazione e che a te avesse ricordato quel momento … vabbè, cercherò di lucidare meglio il neurone 😀
        uuuhhhh Ginsng e cannella??? UAO! Prepara, prepara!!! 🙂 Buona giornata cara Affy :*

        Mi piace

  2. Su’questo quadro ci hai messo la forza e la voglia grande di affrontare e spazzare via a pennellate tutte le brutture e il grigiore,che basta poco a volte saper regalare se vogliamo i colori piu’belli della vita ….come sai fare tu’.Grazie carissima Affy,con tanto affetto.Caterina

    Liked by 1 persona

  3. Il Like è per Silva che ci legge da lontano!
    Ora un piccolo tassello in più si è aggiunto al quadro appena accennato nel post che ho letto pochi giorni fa. Un ulteriore senso di tristezza e disgusto si è insinuato nella mia persona, disgusto e disprezzo verso un certo genere di persone che odio profondamente dal cuore.
    Ma dal cuore devi ripartire, riaprirti per riconcederti al piacere dell’Amore, quello vero questa volta. Li fuori non ci sono solo meschine figure che compiono gesti inauditi ed inconsulti, c’è anche gente sana capace e pronta ad Amare, ad Amarti!
    Sii forte cara “Carla”, hai tutta la mia stima ed il mio appoggio morale

    Liked by 1 persona

    • E’ tutto vero quello che dici perchè io lo capisco che devo ripartire, acquistare nuova fiducia magari senza sottovalutare i ragionevoli rischi. E’ tanto dura, però.
      Non tutte le persone sono uguali ed io non voglio avere pregiudizi, fare “di tutta l’erba un fascio” per intenderci, da tempo ci sto lavorando molto su questo anche se ancora oggi mantengo l’interruttore fisso acceso “sul rosso”, sulla difensiva, sulla protezione verso me stessa.
      Chissà … magari arriverà presto il giorno che non scapperò più dagli altri, che sarò ancora capace di stabilire una relazione profonda pronta a mediare con i fantasmi di questo mio passato.
      Grazie.
      C.

      Liked by 1 persona

      • Tempo al tempo, l’importante è fare i primi passi e cercare di circondarsi di brave persone e cose belle!
        Io non ho subito traumi eppure vivo comunque sulla difensiva.. caratterialmente tendo a fidarmi poco degli altri.. ma questo non mi preclude di conoscere bella gente e quando ne vale la pena di vivere la relazione (che sia amore o amicizia) in piena libertà e serenità.

        Kiss

        Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...