Archiviate anche le vacanze estive …

Archiviate anche le vacanze estive tra le onde e gli spruzzi, case bianche strette tra vicoli e ulivi contorti dal vento, sono tornata. Ho lasciato un sole di un giallo così intenso e ovattato che non cedeva a nessun tramonto, a nessun cielo stellato.

Le mille sfumature d’azzurro del mare attraverso le persiane di legno socchiuse sembravano un libro capovolto su un letto disfatto, parole di pietra che prendevano forza scavando fin dove la spiaggia tornava ad essere acqua. A tratti il vento e le onde urlando esplodevano contro le scogliere, si placavano all’improvviso in un silenzio scosso appena dalle strida dei gabbiani.

Sono tornata.

Sul tavolo della cucina ci sono due bicchieri capovolti, un angolo della tovaglia viene mosso dal vento, cade un tovagliolo insieme a una piccola lacrima. I quadretti bianchi e rossi diventano piccoli rombi, aquiloni che di colpo potrebbero volar via attraverso la finestra aperta che allunga la sua ombra alla luna.

Ho aperto il regalo che Carmela ieri mi ha infilato di nascosto nella valigia. Il mio respiro profondo riempie ogni vuoto fino ad arrivare al cuore.

Guardo le mie radici. Ingoio una ad una le parole.

Il silenzio si posa sull’isola.2014-09-03 16.25.06

Annunci

71 thoughts on “Archiviate anche le vacanze estive …

    • Mi sei mancata Laura, mi siete mancati tutti. 😉
      Il mio doveva essere un periodo meno lungo ma un paio d’imprevisti hanno allungato la mia assenza, è acqua passata però e – come recita il proverbio – non macina più.
      Mi rattrista ciò che ho appena letto da te, nel tuo spazio, quell’arrivederci che non mi aspettavo, impossibile non esserci Laura, mi sento un pò orfana così!
      Ripensaci se puoi 😉
      Un abbraccio grande ma così grande che di più non si può 😉

      Mi piace

  1. Il bentornata te l’ho già dato ieri sera. Stamattina… non riesco ad asciugare la tua lacrima solitaria perché come sempre mi lascio coinvolgere dalle emozioni delle persone a cui voglio bene, mi immedesimo nel loro sentire e vivere e ricordare. Non posso che stringerti in un caldo abbraccio, che ti ricordi il tuo sole di Sicilia.

    Mi piace

  2. I convenevoli ce li siamo già fatti, quindi concentrazione su quello che hai scritto.
    La tua isola finirà male (nella pancia tua e di altre alle quali farai conoscere un pizzico di Sicilia).
    Parole scritto col cuore sull’onda delle emozioni che la vacanza ti ha lasciato.
    Un grande abbraccio

    Mi piace

  3. Eccomi… puntuale ad abbracciarti al tuo ritorno… con le nostre valigie d’estate ancora da disfare, ma qui a sorriderci. Grazie di essere passata da me e grazie delle parole che mi hai lasciato, hanno raccolto un po’ di post e in un “grazie” simile ad un buffetto su una guancia mi hanno donato un sorriso bambino.
    Bentornata, Affy…sei mancata! 🙂

    Mi piace

  4. Afy cara mi sei mancata! Spero che nella tua isola tu abbia passato vacanze stupende, come al solito saresti in grado di far parlare anche gli oggetti che ti circondano….stupendo il regalo che ti hanno fatto, veramente cara la tua amica,lo credo bene che hai versato lacrime quando l’hai aperto! Oltre alla golosità è un gesto che indica affetto, amicizia forte, ma soprattutto attaccamento verso la terra natia! Un abbraccio ed un grosso bacio di bentornata! Roberta.

    Mi piace

    • Carissima amica come stai? Ti pensavo sai 😆
      Sono stata benissimo “a casa” ed ho trascorso vacanze bellissime insieme a persone care, tra cui Carmela che è riuscita a farmi piangere anche “a distanza”.
      Passo presto da te per leggerti e gustare virtualmente qualche prelibatezza.
      Ti abbraccio forte forte, a presto Roberta 😉

      Mi piace

  5. Ma come sei brava. Ogni tua frase va trascritta e riletta mille volte per assaporarla nella sua dolcezza. Grazie Affy, sono proprio contenta di “ri..leggerti”. Spero che tu sia stata serena nel caldo del tuo sole .
    Un abbraccio stretto stretto
    Nepitella 🙂

    Mi piace

        • Io non ho mai detto che “le donne si fanno attendere”. Che certe donne si fanno attendere, questo si’, l’ho pensato 😆 , non faccio mai di tutta l’erba un fascio. Tu, poi, sei stata puntualissima 🙂

          Ciao, Affy. Io ti ringrazio per aver “letto e riletto” il mio post. Come dice il titolo, e’ un “pensierino”, buttato cosi’, senza pretesa di essere un post di teologia- non lo e’- o di filosofia- e non lo e’-. Tanto meno, per mia scelta, e’ un post religioso. Qui, e secondo me, l’idea di “dio” non e’ di certo quella religiosa, bensi’ un concetto “umano”, inteso come uno “scoprire Dio in noi”, chiamandolo pure in altro modo. Resta il fatto che, se pure esiste, Dio davvero non si rivela, ma si lascia scoprire piano piano, nelle esperienze della vita. E’ l’uomo stesso che si “divinizza” diventando migliore. Questo e’, se vogliamo, anche il conetto “buddhista di Dio”. “Tu…diventi Dio nella perfezione”, o meglio..”ti avvicini alla dimensione divina con la perfezione”. Ciao Affy 🙂

          Marghian

          Mi piace

  6. A quando un nuovo post?
    Cordialità, Edo
    piesse ovvero due righe, recitano:
    Così breve è il nostro
    cammino in questo sogno.
    Il mondo di una rosa.
    Ma noi lo rendiamo
    immenso
    con soste di lunghi dolci baci
    sulle foglie aperte.

    Anonimo egiziano
    XVI-XI sec. a.C.

    Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...