Amarcord

Che scherzo mi ha fatto WordPress, me misera, me tapina!  🙄

I contatti pufff … si sono volatilizzati, il blogroll è tutto sgarruppato ooopss … malfunzionante … nun si fà mica accussì! 😦

Ma a Tutti voi vi recupero state tranquilli, oh se vi recupero! Bisognerà solo fare un tuffo nei ricordi.

Amarcord, capperi quanti ne galleggiano nella mia mente  🙂

Ricordo ancora te caro medico che mi hai fatta nascere estraendomi con il forcipe, causando danni agli occhi e ferite morali che soltanto con un tempo molto lungo si è potuti riparare. Non contento mi hai assestato pure due buffetti per farmi piangere ed io ti ho ripagato con due mezze lacrimucce, una smorfietta e beata mi sono messa nuovamente a dormire. Ero venuta al mondo mica a perder tempo.

E poi il cuginetto Franco che si divertiva ad allentare la rotellina della mia biciclettina rossa per il gusto di vedermi cadere. Ed io pedalando perdevo la rotellina e pure la pazienza e di conseguenza cadevo di lato con la gambetta sotto il peso dell’attrezzo. Poi piano piano mi rialzavo, inferocita senza darlo troppo a vedere al solo scopo di depistare il nemico risalivo sul claudicante mezzo, controllavo i danni e mica piangevo, no no. Ecchediamine, avevo in fondo cinque o sei anni. Riprendevo la mia corsa senza la rotella con un unico obiettivo da centrare: Franco. Lo centravo e seduta per terra accanto a lui, tenera come un angioletto spiegavo che la biciclettina senza la rotella è difficile purtroppo da guidare, si finisce col procedere a zig zag centrando gli obiettivi e senza neppure farlo proprio apposta. E mi facevo riattaccare la rotella.

Ricordo ancora quel giorno a scuola quando Marina, la mia compagna di banco venne interrogata a tradimento dal professore d’inglese. Lo odiavamo tutti quell’uomo che anziché spiegare le lezioni leggeva tranquillamente in classe i suoi giornali e ci faceva tradurre in lingua testi storici improponibili. Avevo la (s)fortuna di decidere quando mettere in atto un’epistassi semplicemente tirando in un certo modo su col naso. Il professore non conosceva questa mia caratteristica ed era molto impressionabile alla vista del sangue. Come andò? Un colpetto di naso e sangue dappertutto, grembiule, banco e pavimento, “pericolo scampato”. Quel giorno Marina venne immediatamente mandata al suo posto, il cianotico professore prontamente in infermeria ed io giocoforza al pronto soccorso del vicino ospedale per cauterizzare definitivamente la venuzza nasale. Vorrei omettere per ovvii motivi la severa ramanzina inflitta da mio padre ma voglio essere onesta fino in fondo ed allora devo confessare che l’aiuto a Marina mi costò anche la privazione per la durata di un mese dell’adorata paghetta. Casualmente e giornalmente trovavo però nella tasca del cappotto provvidenziali spiccioli dei quali con nessuno, per vergogna o timidezza, ne feci mai menzione.

Quanti ricordi … d’accordo, questi non c’entrano nulla con WordPress ma erano lì che spingevano come un tappo pronto per saltare.

Amarcord dicevo …

Ricordi.

Eppure fra tutti questi ricordi sembra impossibile che io non ricordi di avere un secondo blog e che soltanto grazie a WordPress ieri ne abbia avuta conoscenza … ma come si può? Eppure i fatti parlano chiaro, ho avuto un parto bigello distanziato che neppure nei migliori film di fantascienza accade mai.

Nato il 21 settembre 2012, ma che davvero?

Eppure tra le notifiche…

Happy Anniversary!

wp.pdf

You registered on WordPress.com 2 years ago!
Thanks for flying with us.Keep up the good blog.

Evvabè caro giocherellone di un WordPress la chiudo qui.

Prenditi indietro questo anonimo blogghino e dammi di nuovo tutti gli amici che hai paciugato di colpo via. Barattiamola così.

Tzè … parto bigello e per giunta distanziato.

Suvvia, “ma la mi faccia il piacere!”

f.to: Primipara attempata con un figlio/blog unico. Ma con tanti amici. Ecchecaspita!   🙂

Annunci

73 thoughts on “Amarcord

    • Laura arrivo anche da te, non crucciarti, sai quanto ci tengo a sapere della cucina, di Willy e di tutto il resto. 😉 Attualmente la tecnologia sul mio blog è “a manuccella”, ma non demordo dovrà pur finire la malasorte! 😦
      A furia di smanettare o salta tutto o qualcosa si aggiusterà. E’ dietro una curva che la strada torna retta e si va alla grande. 😆
      Un abbraccione

      Mi piace

  1. Io sono qui ,pronta a essere recuperata! ;)Belli i tuoi ricordi e molto carognetta il cuginetto.
    Per fortuna ti sapevi difendere già bene.
    Lo sai che L’epistassi a comando potrebbe farti comodo anche da adulta? Metti che ti trovi con delle persone che non ti vanno e non vedi l’ora di andartene,una tiratina con il naso e sei a posto! 😉 😀
    Un abbraccio forte Affy
    liù

    Mi piace

    • Liù arrivo prestissimo e ti recupero, eheheheh 🙂
      Il cuginetto maggiore di tre anni era proprio una peste, una carogna dici bene ma quando mi riusciva, da buona scorpioncina doc, la mia reazione non si faceva attendere.
      L’epistassi è adesso un ricordo, ahimè, non posso più dispensare favori grazie ad essa. 😦
      Ti abbraccio forte forte anch’io 😆

      Mi piace

  2. Straordinaria Affy! Leggerezza e simpatia animano questo post. 🙂
    Buon lavoro per il recupero contatti e mi spiace per la fine (fortunatamente incruenta :D) del blogghino.
    Però anche tu … che genitrice! Scordare e abbandonare una piccola creatura indifesa! 😀 😀
    Un abbraccio 🙂
    Primula

    Mi piace

    • Ma grazie Primula 😆
      Sto lavorando per riportare alla normalità il blog. Certo mi son sentita un pò una gatta smemorina nel leggere quella notifica di WP ben sicura però di non aver abbandonato il mio micetto nero. Avere due blog è comunque impensabile, non riuscirei a gestirli considerata la ripresa a pieno ritmo del lavoro e tutte le incombenze che ruotano intorno ad una persona.
      Ricambio l’abbraccio e perdona la mia latitanza ma ci sono e arriverò anche da te. 😆

      Mi piace

    • Tramite la scrittura e la condivisione ho potuto sfogare un mio malumore 🙂
      WP ne fa di scherzetti! Che poi si comincia da una cosa e per effetto domino sembra venir giù anche tutto il resto, a caduta libera!
      Grazie per l’augurio, sono sicura che le cose torneranno a posto 🙂
      un forte abbraccio

      Mi piace

  3. Capita, wordpress ha la tendenza alcune volte ci giocarci degli scherzetti. Vedrai che andrà a posto da solo… Se non ne sei sicura direi di riprendere la tua biciclettina allenta un po’ la rotellina e poi, solo per puro caso lo centri… e vedrai se non mette a posto le cose. Almeno te lo auguro.

    Mi piace

  4. Ehi, mi sa che non ho capito cosa ti è successo, ma sono più fotogenica che tecnologica e certe sottigliezze mi sfuggono. Ad ogni modo adesso sei qui, no?! E ci resti? Ti ritrovo a commentare le mie ricette storiche in senso familiare o innovative e forse un po’ bizzarre o etniche con un pizzico di italianità?
    Mi par di aver capito che sì, che WordPress ti ha canzonata in qualche modo, ma che adesso hai ripreso la vecchia, cara strada conosciuta che puoi percorrere sicura e serena anche se ti manca una rotella… Ooops!!
    Bentrovata cara! Felice giornata e il solito caro e caldo abbraccio.

    Mi piace

    • Io da te arrivo e arriverò sempre mia dolce Signora, impossibile non esserci. 🙂
      WP ha preso un granchietto per le chele … tutto risolto però! 😆 Altro che una rotella, appena letta la notifica mi son sentita mancare pure i freni, ho un solo blog (per fortuna!) e ci tenevo a ribadirlo.
      Arrivo cara Silva e leggo tutto tutto. Intanto mi godo il tuo caldo abbraccio che ricambio alla grande. 🙂

      Mi piace

  5. L’Amarcord, quello con la A maiuscola… Complimenti!

    In questo articolo c’è il rumore sordo di quella bicicletta senza rotella. C’è il profumo delle aule scolastiche. La faccia del maestro spaventato e la sorpresa di ritrovare gli spiccioli nel cappotto.

    Grazie sempre per regalarci questi splendidi scenari di vita 🙂

    Mi piace

    • Ullallà caro Russell1981 è piacevolissimo essere con voi, una di voi. E raccontarsi un pò … 😆
      maddai facciamo scorrere al meglio queste giornate tra una ricetta, una poesia, un racconto, un aneddoto, una recensione o un ricordo. 😉
      A proposito se faccio troppo rumore dai un paio di colpetti sulla parete “toc toc”, così giusto per dire!
      Buona giornata 🙂

      Mi piace

  6. Ciao Affy. Ho letto or ora il tuo commento da me. Ho pensato piu’ volte di postare “l’ultimo concerto” di Andrea Parodi-il video con la canzone “non potho reposare”, ma non l’ho fatto per non..rattristarvi. Pero’, che forza di volontà, cantare sul palco con pochi giorni di vita . Va bene, lui non lo sapeva, ma sicuramente chi ha pochi giorni di vita ha poca voglia di cantare. Lui, invece, su questo era formidabile. E’ stato grande. Ciao Affy, un abbraccio 🙂

    Marghian

    Mi piace

    • Non posso che condividere tutto il tuo pensiero Marghian.
      Andrea è riuscito ad arrivare al cuore della gente in modo semplice ed umile, incantando con la sua voce meravigliosa e mettendo al primo posto i valori importanti della vita. Nonostante la sua assenza fisica è ancora ben vivo nel nostro ricordo, la sua musica ci parla tanto di lui.
      Ciao, un abbraccio anche a te 🙂

      Mi piace

  7. Eh cara Affy, io i tuoi post non me lo voglio mica perdere sai! Quindi se per caso mi avessi persa nella blogosfera, io sapevo già dove venire a cercarti! :-* Un abbraccio! E tanti baciotti! ❤

    Mi piace

  8. vendetta consumata da primipara con figlio unico verso WP. Ironico, scanzonato e piacevolissimo da leggere. Mi hai strappato due sorriso grandi così. Per i capelli ci penso un’altra volta. E’ doloroso strapparli.
    Dolcissima notte, primipara attempata.
    Un grande abbraccio

    Mi piace

  9. Afy cara diciamo che WordPress ti ha fatto 2 sorprese: una gradita (Il compleanno), l’altra meno (Problemi con i vari collegamenti). Comunque tu con la penna ci sai fare veramente, sapresti far parlare anche un sassolino; i ricordi sono parte integrante della nostra vita, è giusto che ci siano, che siano belli oppure brutti. Ci aiutano a migliorare noi stessi, a capirci, e molto spesso a capire anche chi ci sta vicino e gli altri.

    Mi piace

    • Sei sempre cara con i tuoi commenti 😉
      Wordpress mi ha fatto una gran sorpresa, nulla da eccepire!
      I ricordi … sono lì Roberta, ogni tanto si affacciano fanno capolino ed è anche bello così.
      Ti auguro una buona giornata e ti lascio un abbraccio
      Affy

      Mi piace

  10. Troppo forte. Ma mannaggia, e colpa qui sempre di wordpress, neanche un tuo post ho visto arrivare nel mio lettore.E infatti dovrò correre ai ripari mia cara Affy. Non disperare ce la farò a mettermi in paro. Un bacione per ora. isabella

    Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...