La linea gialla

“Si invitano i signori viaggiatori a non oltrepassare la linea gialla”

Rispettare le regole e accorgerti che le regole non hanno rispetto per te. 

20160321_062747

Annunci

62 thoughts on “La linea gialla

    • Non posso che darti ragione e certi costumi mi sembrano addirittura “carnevaleschi”, la mancanza di un “noi” sottovaluta vincoli sociali, spirito di comunità.
      Buona domenica cara Marta, un bacione ♥

      Mi piace

  1. Ciao. “Si invitano i signori viaggiatori a non oltrepassare la linea gialla”- “Se non lo sai tu, Affy, che di binari te ne intendi.. 🙂
    Si invitano i signori viaggiatori a non oltrepassare la linea gialla”

    “Rispettare le regole e accorgerti che le regole non hanno rispetto per te”. Ma le regole, se sono belle regole, hanno rispetto, per chi le rispetta. Sono le cattive regole, a non avere rispetto…delle regole 🙂

    Affy, ho fatto un post che era in gestazione da Natale. No, non ci ho messo tre mesi, e’ semplicemente che me n’ero scordato. Avevo cominciato con le prime parole, avevo salvato il file Word, e’ passato del tempo ed ho ripreso qualche settimana fa per poi finirlo questo pomeriggio. Ciao Affy, ‘notte 🙂

    Marghian

    Liked by 1 persona

  2. Trovarsi in un paese in cui le regole fioccano come funghi tanto poi non è necessario rispettarle e poi andare altrove dove le regole sono poche, chiarissime, utili e assolutamente rispettate da chiunque: e se applicassimo seriamente le sanzioni riducendo le norme?
    Un bacio 🙂

    Liked by 1 persona

  3. Affy, mettila così: l’operaio, resosi conto della noia del suo lavoro routinario, si toglie una soddisfazione in un moto rivoluzionario e sovversivo della “regola della linea gialla”, che tra l’altro io dipingerei di rosso visto il pericolo che si corre a oltrepassarla. Altro che giallo! Rosso sangue! Pertnato, l’operaio, ispirato da una politicamente scorretta scheggia di creatività paradossa, decide una posa del mattone non ortodossa. Mi sembra di vederlo alla posa dell’ultimo mattone giallo, guardarsi intorno, le braccia a formare un arco entrambi i fianchi, tronfio e soddisfatto, girare le spalle e tornare al suo lavoro, mentre gode come un matto all’immaginarsi le espressioni dei solinghi viaggiatori e, sopratutto, del capo-stazione. Per me: numero Uno!
    Comprendo che la tua lettura è diversa, ma se questo pensiero ti sembra fuori luogo e “sovversivo”, non considerare questo commento come bastian-contrario o trollamento, non era questa l’intenzione quindi…cancella Le regole vanno rispettate 😉

    Liked by 1 persona

    • Ahahahah … messa così la sovversione dell’operaio risulta addirittura gradevole, un piglio fermo e deciso verso ogni regola … al bando le rette parallele, il nostro è un popolo di improvvisatori! 😀
      E questo commento mi piace, lo svampo ehmmm lo accendo e vado avanti.
      Pazienza se procederò a zig-zag ma è l’improvvisazione che me lo chiede!
      Un abbraccio

      Liked by 1 persona

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...