Toccata e fuga + due tag

Premessa

Questo fine settimana gli amici volevano andare a una mostra fotografica ed io al lago. L’acqua da sempre mi dà un senso di tregua, di pace fatta. Per loro era ancora presto bagnarsi per sottostare all’ondata di calore, io per non sottostare a quel senso d’intrappolamento che ogni tanto mi prende ho quindi deciso di andare al lago da sola.

Trama

Sulla spiaggia una bella cagnetta munita di collare trotterella senza sosta lungo la riva. Stendo il telo di mare, un pò di crema sul viso e a piedi nudi mi avvicino al bagnasciuga. Scribacchio con un legnetto il mio nome e raccolgo con cautela pigne piccolissime mentre la cagnetta osserva attenta ogni mio minimo gesto. Qualche piuma di gabbiano è sparsa qua e là. Al largo tre ragazzi a bordo di una piccola barca gialla si fermano a pescare, le loro voci mi arrivano distinte, poi fanno un fischio verso la cagnetta fulva che scodinzolando accenna qualche timido passo dentro l’acqua, subito dopo ci ripensa e annusa la sabbia. Capisco che il cane appartiene a uno di loro.

Dopo una manciata di minuti  accade l’imprevisto …

Una famigliola di cigni, padre madre e i loro quattro piccoli, nuotano lentamente sulle acque morbide del lago indisturbati dalla mia presenza ma infastiditi dai movimenti confusionari del cane. Il cigno padre improvvisamente soffia forte, apre le ali come Gesù sulla croce e compie una mossa che non mi aspetto … avanza  veloce verso me e il cane. Sembra camminare sull’acqua, porcapaletta!. I quattro piccoli immergono all’unisono la testa sott’acqua conoscendo l’irascibilità del genitore. I ragazzi sulla barca iniziano a ridere mentre il cigno si avvicina pericolosamente verso la cagnetta fulva che a sua volta si avvicina a me. Mi immobilizzo mentre il cane mi resta accanto cercando riparo a quella furia che sempre più rapida avanza. Un ragazzo dalla barca gialla si getta in acqua e gridando riesce ad allontanare di qualche metro i “leggiadri volatili”. Una volta a riva le presentazioni, qualche frase di circostanza, lega il cane al guinzaglio e se lo porta in braccio fin sopra la barca. I cigni non accennano più di tanto ad allontanarsi, fanno dei piccoli giretti e tornano indietro, sembrano addirittura divertirsi dall’insolito siparietto.

A me non resta che battere in ritirata …

Conclusioni

La prossima volta non storcerò il naso per andare alla mostra!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tornata a casa, ho acceso il computer per rispondere a due tag.

Il primo l’ho ricevuto grazie alla cara Trilce:

liebster-award

Devo dire undici cose su di me:

  1. Mi piace il pistacchio
  2. Nella mia vita ho avuto sia cani che gatti
  3. Colleziono conchiglie
  4. Adoro il cioccolato fondente
  5. Guardo poca televisione
  6. L’Amicizia ha un ruolo fondamentale
  7. Non porto anelli
  8. Mentre parlo al telefono scarabocchio disegni a matita
  9. Mi piacciono gli aquiloni
  10. Sto bene con gli altri ma anche sola con me stessa
  11. Odio l’arroganza e la prepotenza

Queste sono le domande di Trilce:

1. Qual è la tua stagione preferita?

Ehm … ci sono ancora le stagioni? In questo momento tutte, ogni stagione ha il suo tempo migliore

2. L’ultima canzone che hai ascoltata.

Proprio poco fa … “Innuendo” dei Queen

3. In quale percentile più o meno hai letto tutti i libri che hai comprato?

Quasi totale, compro e leggo

4. Cosa mangi per colazione?

Un caffè o thè + due fette biscottate con miele di corbezzolo amaro

5. Scrivi la prima cosa che ti viene in mente.

Ho una sete pazzesca

6. Quali sono i tre scrittori italiani che più ti piacciono.

Me ne piacciono tanti e tra i tanti Roberto Cotroneo, Italo Calvino, Elsa Morante

7. Le tre città italiane che ti stanno più a cuore.

Roma, Napoli e Lipari

8. Ultimo film che hai guardato.

“La meglio gioventù”

9. Un documentario da raccomandare su youtube.

Non saprei raccomandare nulla, però sono legata al seguente documentario di ben sei anni fa:

https://www.youtube.com/watch?v=HDZ1efXSEoY

10, 11… non so cosa domandare.

… io non so cosa rispondere

L’altro tag lo ricevo grazie a Davide.

Questo tag consiste nel mostrare alcune citazioni preferite

  1. I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume  (Ennio Flaiano)
  2. E’ facile dire: “Eccomi!” – Bisogna anche esserci  (Stanislaw Jerzy Lec)
  3. Ogni piacere ha il suo momento culminante quando sta per finire  (Lucio Anneo Seneca)

Ringrazio Trilce e Davide per queste nomination. Nomination che giro a coloro che hanno voglia di partecipare.

Un abbraccio grande da Affy    ❤

Annunci

71 thoughts on “Toccata e fuga + due tag

    • Toglietemi tutto … ma non il pistacchio e il cioccolato fondente! 🙂
      I cigni sono animali molto belli quando non s’inquietano, orpo, avessi visto come volava a pelo d’acqua per raggiungerci … 😦
      Un bacio grande Laura e una carezza al mio beniamino ❤

      Mi piace

    • I cigni sono bellissimi Orla, hanno un portamento davvero regale e nonostante la mia avventura non smetterò di ammirarli.
      Il gelato al pistacchio … mhhhh ma che bontà! 🙂
      Un bacio ♥

      Mi piace

  1. I cigni sono un contrasto. Così eleganti ma irascibili. Quello avrebbe anche potuto beccarti e farti male. Sapevo di questa loro caratteristica perché un mio amico ha avuto un’avventura più o meno come la tua, un tantino più pesante.
    Consolati con pistacchio e cioccolato. 😊
    Un grande abbraccio cara Affy.
    Primula

    Liked by 1 persona

    • Proprio vero Primula, i cigni son belli ma attaccabrighe, per fortuna mi è andata di gran lusso, non ho conosciuto il morso del loro becco!
      Me ne starò a debita distanza ammirandoli da lontano gustandomi proprio un bel gelato cioccolato e pistacchio, eheheheh 🙂
      Grazie, ti abbraccio anch’io ♥

      Mi piace

    • Quel fetentone cara Marta mi ha fatto davvero preoccupare, sembrava indemoniato! E poi fuori dall’acqua era gigantesco, eretto sulle zampette, con le ali completamente aperte, il collo allungato …. pfffuiii! 🙂
      Ti abbraccio forte ♥

      Mi piace

    • Alla mostra fotografica sarei dovuta andare con amici/colleghi che bonariamente sopporto tutti i giorni, unici nel solcare la mia pazienza con grandi aratri (nonostante tutto li avrei preferiti allo scostumato volatile che mi ha costretta all’ingloriosa fuga) … poZZino ammazzarellallo! 😦
      Con loro, quando poi gli ho raccontato l’episodio, ci siamo fatti grasse risate. Vabbè io un pò meno, ero ancora sotto shock ma poi m’è passata 🙂
      Un abbraccio

      Liked by 1 persona

  2. Molto piacevole questo post: anche se hai passato qualche momento di ansia, quasi panico, alla fine è andato tutto bene e tu hai raccontato la tua piccola disavventura con modo leggero e un po’ ironico, ci hai fatto vedere bene tutta la scena. Molto suggestive le foto. Di solito il lago è molto rilassante, non capita quasi mai di imbattersi in un “nervoso” papà cigno, hai avuto un po’ di sfortuna.
    Un grande abbraccio cara.
    Aurore

    Liked by 1 persona

    • Sì, alla fine tutto è filato liscio. 🙂
      Il cane è stato riacciuffato dal legittimo padrone, i cigni hanno continuato a passeggiare nell’acqua ed io sono tornata a casa incolume. Una giornata fuori dall’ordinario.
      Ti abbraccio cara Aurore ❤

      Liked by 1 persona

  3. Cara Affy, direi che ti è andata proprio benone! I cigni sono molto belli, ma sono anche irascibili, guai ad avvicinarsi troppo. Lei foto sono molto belle e caratteristiche, sono contenta per i tuoi tag, ma mi raccomando: se devi andare ancora al lago non andarci da sola! Un abbraccio forte. Roberta

    Liked by 1 persona

    • Ciao Roberta, ti assicuro subito che al lago da sola non ci andrò mai più, l’esperienza insegna! 😀
      Mi è andata bene, senza dubbio.
      Mi auguro che anche per te tutto scorra nel verso giusto, ti abbraccio anch’io, forte ♥

      Mi piace

  4. Che ridere questo aneddoto 😄
    le foto sono meravigliose.
    Grazie per partecipare al gioco, così sono riuscita a conoscerti un po’ di più 🙂
    Mi sento di dirti di non lasciare che le disillusioni ti privino di nuovi sogni.
    Un grande abbraccio 💜

    Liked by 1 persona

  5. Scarabocchia disegni a matita anche mia figlia, mentre parla a telefono…su ogni foglietto che trova sottomano,sembrano dei piccoli capolavori di Picasso :)) c’è di tutto,sono così belli che li conservo.
    Neanch’io sarei andata alla mostra fotografica :))
    Ciao Affy carissima ♥

    Liked by 1 persona

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...