Liebster award, Tag e … Donald

Il Premio Liebster Award è un riconoscimento virtuale tra blogger, attraverso la nomination facciamo conoscere nuovi blog che meritano, è un modo gentile per fare passaparola e raccontare qualcosa di noi attraverso l’intervista virtuale.

Per questa motivazione ringrazio la cara amica di blog Fulvialuna1 per avermi nominata e a tutti consiglio una visita tra le pagine del suo versatile blog.

Le regole per poter partecipare:
• Ringraziare i blog che ti hanno nominato e assegnato il premio
• Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato
• Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 follower (scusate se nomino chi ne ha di più)
• Formulare le 11 domande per i blogger che si nomineranno
• Informare i blogger del premio assegnato

Queste sono le undici domande e di seguito le mie risposte:

1) Qual è stata la molla che ti ha spinto ad aprire un blog?

Il blog è stato voluto da alcuni miei amici circa quattro anni fa, mi hanno consegnato la chiave e da quel momento …

2) Cosa guardano i tuoi occhi?

Tutto quello che mi circonda, sono curiosa del mondo.

3) Cosa toccano le tue mani?

Mi piace toccare i sassi e affondare le mani nella sabbia.

4) C’è un giorno da leone che vorresti vivere?

Lasciare per un giorno la Terra e andare su una stella.

5) Se potessi vivere in un quadro, quale sarebbe?

“La ragazza di spalle” di Salvator Dalì

Uno sprazzo di memoria mi riporta a una strada polverosa, case a due piani e l’odore delle foglie dei limoni. Ricordo gli abbracci e gli occhi azzurri di mio nonno. Il frinire delle cicale alla sera e le stelle come diamanti che brillano dentro un cielo d’inchiostro. Seduta, rapita davanti a quella visione slegata, assaporo ciò che nasce e poi muore davanti al mio sguardo.

6) Qual è l’animale con cui ti senti affine?

La chiocciola perché …

7) Qual è il fiore a cui ti senti affine?

La gipsofila, un fiore semplice.

 

8) Qual è il monumento che più ti piace e perchè?

Il Colosseo. Non è il monumento che in assoluto mi piace di più ma è quello che  mi è caro perché l’ultima volta che l’ho visitato ero in compagnia di mio padre.

9) La tua paura più grande è?

Precipitare nel vuoto da una certa altezza.

10) Ti piace il tuo nome? Se no con quale lo sostituiresti?

I miei hanno scelto un nome con la stessa iniziale del cognome e il mio nome mi piace.

11) Io amo …

La vita, la mia. Nonostante tutto.

Avete voglia di partecipare “tutti” a questo tag? Rispondete alle 11 domande di Fulvialuna, a me sono molto piaciute:

  1. Qual è stata la molla che ti ha spinto ad aprire un blog?
  2. Cosa guardano i tuoi occhi?
  3. Cosa toccano le tue mani?
  4. C’è un giorno da leone che vorresti vivere?
  5. Se potessi vivere in un quadro, quale sarebbe?
  6. Qual è l’animale con cui ti senti affine?
  7. Qual è il fiore a cui ti senti affine?
  8. Qual è il monumento che più ti piace e perchè?
  9. La tua paura più grande è?
  10. Ti piace il tuo nome? Se no con quale lo sostituiresti?
  11. Io amo …

 

Ed ora un breve aggiornamento sul piccolo Donald perché privatamente mi avete scritto per avere notizie e c’è anche chi mi ha inviato un fantastico disegno!         🙂

Parlare di Donald mi emoziona un po’ perché ho trascorso con lui ogni attimo libero ed è per questo che anziché parlare preferisco lasciarvi qualche fotografia …

Un abbraccio grande           ❤

Annunci

81 thoughts on “Liebster award, Tag e … Donald

  1. Ciao, Affyetta (ti piace? 🙂 🙂 ) ), Mi piacerebbe partecipare a questi “tag”, “award” e coso, ma non ne avrei proprio il tempo- ormai conosci anche tu il mio ritornello sulla mancanza di tempo… Avro’ scritto solo quattro o cinque commenti- brevi, non di quelli che sai 🙂
    “Qual è l’animale con cui ti senti affine? La chiocciola perché …”. Allora sei come Cesare Augusto, o meglio lo storico Svetonio poco prima che conio’ la frase “Festina lente”. “Sbrigati..lentamente” 🙂 Pare che gia’ lo dicessero ancor prima i Greci “speude bradeos”. Capivano, pensa, che la tartaruga, per quanto lenta, non poteva essere superata da Achille, per quanto veloce. La saggezza e’ saggezza,
    Lo aveva capito anche la mia mamma, che una volta stavo partendo in macchina e mi disse : “aguèttadì ma bai a bellu eh?”- Sbrigati, ma vai piano eh?-. Appunto, “festina..lente”. Le dissi “i romani dicevano cosi’ sai? E lei: “ma de a beru? ma davvero? , ciao Affy 🙂

    Marghian

    Liked by 1 persona

    • Affyetta mi piace, sì! 🙂
      Sul fattore tempo ti capisco eccome visto che sono nella tua stessa condizione. Cercare di incastrare il lavoro, la casa, gli impegni e il tempo libero richiede un’ottima organizzazione ma a volte basta un imprevisto per mandare a monte ogni rosea previsione.
      Mi piacerebbe dedicarmi maggiormente al blog e ad altre cose ma il tempo è quello che è ed anch’io, mio malgrado, sono sempre in ritardo su tutto se non addirittura costretta a rinunciare a piacevoli iniziative ben sapendo di non poter ottemperare come vorrei agli impegni presi.
      Simpatica la frase di tua mamma “sbrigati ma vai piano” 🙂
      Ciao Marghian

      Mi piace

      • Si’, Affy-etta – 🙂 – e’ proprio vero. A volte poi non se ne puo’ piu’. Ripeto, la mia giornata va dalle 6,3a che sono gia’ in piedi a mezzanotte e mezza. Sembra che hai finito, “ah, adesso mi vado a riposare..” Un kaiser..Come e’ accaduto martedi’ sera. Finito “tutto”, mi apprestavo a coricarmi quando mi ricordai di dover cercare la documentazione da portare al diabetologo mercoledi’ mattina ad Oristano. E’ passata un’altra mezz’ora, non lo vedevo bene, le date scritte in piccolo, e poi- a cose fattie, dovevo ancora portar fuori i rifiuti. Raga’ e c’eq ualcuno che mi dice “beato te che sei da solo”. Ad un collega ci dissi pero'”:”guarda, provalo…non e’ un cattivo augurio, provalo solo fino a quando cambi idea… “. Infatti, ciao 🙂

        Marghian

        Liked by 1 persona

        • Uffa…” e c’eq ualcuno che mi dice .” e c’e’ qualcuno…”. Ah, visto che ci sono, sai come vengono chiamate le espressioni come il detto romano e la frase di mia madre? Ossimori. Un ossimoro e’ infatti un accostamento di contrari, il piu’ famoso e’ “ghiaccio bollente”, c’era anche una canzone. Appunto, come “fai in fretta ma lentamente…”. Bello quello di De Gregori: “ti si legge sul viso quella *allegra *tristezza che hai “. Ciao.

          Liked by 1 persona

    • Non oso immaginare se avessi per qualche ora Willy con me, lo stropiccerei in tutti i modi perché è troppo simpatico, ha un musetto dolcissimo e due occhietti vispi. 🙂
      Donald anche è simpatico e vuole stare sempre appollaiato sulla mia mano o meglio sul dito. E’ forte quando chiude gli occhietti ed il gli sistemo una ad una le piume perché di notte si scarruffa tutto e la mattina sembra uscito da un incontro di pugilato.
      Me lo godo finchè posso perché sono consapevole che da un momento all’altro volerà via, libero come deve essere …
      Un abbraccio grande Laura e sempre una carezza al “mejo”! ;:-)

      Mi piace

    • Dai … ormai non è spelacchiato, ha un soffice e tenero piumaggio!
      Donald ama stare sulle mie mani e per me è un problema riuscire a fotografarlo perché sono costretta a posarlo e lui si ingrifa, assume l’aria contrita di chi sta subendo un torto, un gravissimo torto. Ehmmmm …. sarà forse perché gli scatto circa cento foto al giorno? Schhhh … non diciamolo! 😉
      Comunque gli piace la bella vita, ama stare a pancia all’aria a godersi il sole, mica scemo …
      Che uccello è? … un tortorello (il maschio della tortora!) però non emette ancora alcun suono, sbatacchia rumorosamente solo le ali e comincia a fare piccoli voli.
      Buon lavoro Cix, un abbraccio 🙂

      Liked by 1 persona

  2. È vero quando dici: prima o poi ” volerà via”, lo fanno anche i figli, ma è pur vero che se ricevono Amore durante la crescita, vengono su ” forti e sicuri” , con la determinazione necessaria ad affrontare il mondo! Quindi, Cara Dolce Mamma Affy, nn dubitare! Il tuo Donald sarà frutto del tuo essere e quando andrà via, avrai compiuto la tua opera💓Abbraccio 🌼🌻🌞

    Liked by 1 persona

      • Complimenti. Se un giorno una tortora verrà a pascolare sul tuo davanzale, sarà sicuramente Donald e magari porterà degli amici.
        Noi abbiamo dei merli in giardino,(oltre a miriadi di altri vari uccelli e uccellini) uno lo abbiamo chiamato Bigio a causa del fatto che le punte delle sue ali sono più chiare. Ci segue quando lavoriamo in giardino perché ha capito che se irrighiamo o smuoviamo la terra trova insetti e lombrichi. A volte segue mio marito anche in cantina. Un giorno o l’altro me lo ritroverò in cucina, magari davanti al frigorifero. Ho un conoscente che sta in USA, vicino ai boschi del Nord. Ha scoperto una famigliola di procioni e si è divertito a dar loro da mangiare le crocchette del suo cane. Una mattina se li è trovati in cucina intenti ad ispezionare le sue provviste.
        Ricambio di cuore il tuo abbraccio.

        Liked by 1 persona

    • Negli ultimi giorni è diventato bellino davvero, un bel piumaggio e un piglio da guerriero!
      Ora è volato e spero che la sua avventura sia sempre fantastica.
      Quel vaso vuoto mi mette un po’ di tristezza, ma passerà ….
      Un abbraccio ♥

      Liked by 1 persona

  3. Ciao Affy cara, Donald sta diventando proprio bello, ed anche se è scontato che un giorno volerà via credo che tu le rimarrai sempre nel cuore. Per quanto riguarda la partecipazione io ti ringrazio tanto e ti mando le mie risposte:
    Domande
    1. Qual è stata la molla che ti ha spinto ad aprire un blog?
    2. Cosa guardano i tuoi occhi?
    3. Cosa toccano le tue mani?
    4. C’è un giorno da leone che vorresti vivere?
    5. Se potessi vivere in un quadro, quale sarebbe?
    6. Qual è l’animale con cui ti senti affine?
    7. Qual è il fiore a cui ti senti affine?
    8. Qual è il monumento che più ti piace e perchè?
    9. La tua paura più grande è?
    10. Ti piace il tuo nome? Se no con quale lo sostituiresti?
    11. Io amo …

    Risposte
    1. Ho aperto un blog per la mia passione in cucina.
    2. Tutto quello che mi circonda
    3. Ora stanno toccando la tastiera del mio pc, ma in altri momenti stanno toccando un impasto che preparo per una pizza, una focaccia, una crostata, un calzone napoletano, oppure toccano ciò che preparo al sabato sera per un favoloso pranzetto domenicale. In altri momenti invece toccano l’ago ed il filo per un ricamo che sto eseguendo.
    4. Il giorno da leone che vorrei vivere è quello in cui politica e finanza qui in Italia riusciranno ad andare pienamente d’accordo.
    5. Vorrei essere la primavera di Botticelli; è un quadro pieno di colori mi piace tantissimo.

    6. Il cane, perché è il miglior amico dell’uomo; gli è sempre fedele anche se, molto spesso, l’uomo stesso non merita questa sua fedeltà.
    7. Il garofano di montagna, perché è coloratissimo e profumatissimo.

    8. La basilica di sant’Antonio da Padova; l’ho vista una sola volta ma mia ha colpita in quanto la trovo molto intima.

    9. Io ho una paura folle per quanto riguarda le malattie verso me stessa; non vorrei che mi capitasse qualcosa di grave in quanto ora sono di sostegno alla mia famiglia.
    10. Il nome l’hanno scelto i miei genitori prima che io nascessi, e comunque a me piace.
    11. La vita in ogni suo aspetto.

    Liked by 1 persona

  4. E’ sempre bello conoscere nuove cose su di te, cara Affy! Eh, sulla chiocciola sono d’accordo anch’io 😉 abbiamo qualcos’altro in comune! Complimenti per Donald, cresce bene e sono sicura che presto si trasformerà in un bellissimo tortorello adulto di cui potrai andar fiera come “mamma” adottiva. Spero proprio che resterà sempre nei dintorni di casa tua per ricambiarti delle tue cure e del tuo affetto.
    Un grande abbraccio amica cara. ❤

    Liked by 1 persona

    • Donald ha abbandonato il suo nido ed è volato via.
      Mi resterà un ricordo bellissimo di lui e del tempo trascorso insieme.
      E’ stata un’avventura piacevole che mai avrei pensato di vivere, la vita riserva tante opportunità.
      Io e te abbiamo la chiocciola in comune, un filo sottile ci lega. 🙂
      Un abbraccio dolce amica ♥

      Liked by 1 persona

    • Non preoccuparti Tatiana, io lo so che ci sei 🙂
      Il volatile è un tortorello. Ora è volato via abbandonando il vaso dove per un mesetto ha stazionato ma io spero di vederlo tornare un giorno, magari per un breve saluto …
      Bacio ricambiato ♥

      Liked by 1 persona

  5. Ciao Affy. Come va? ” Io sto bene, cosi’ pure spero di te”. Come si scriveva un tempo, nelle lettere con foglio busta e francobollo. Un po’ mi manca questa cosa. Vero e’ che ci metteva un mese ad arrivati, ma..tenere il foglio tremante in mano, vedere il corsivo scritto con la penna, l’ incerta grafia da cui traspariva il sentimento, e le parole…” cara madre, ho letto con gioia ciò’ che mi scrivi per mano di Teresina; ma da come ti esprimi, dalle parole che le hai dettato si vede il tuo spirito, la profondità’ del tuo cuore… “(Antonio Gramsci, “Le lettere dal carcere”).
    Come sai e più’ volte vi scrivo in tutte le salse, non posso partecipare ai “tag” e ” award”. Ma Affy, posso rispondere comunque alle 11 domande? Immagino sarai curiosa. A stasera ciao 🙂

    Marghian

    Liked by 1 persona

    • Va molto bene caro Marghian, con oggi si chiude la giornata lavorativa e finalmente due giorni di riposo (riposo si fa per dire con tutto quello che c’è sempre da fare, ma non lamentiamoci).
      Sai che anche a me piace ricevere le lettere vere, di carta? E’ tutt’altra cosa!
      Sono una scimmietta curiosa, certo che mi piacerebbe conoscere le tue risposte, ti aspetto eh? Stasera o quando vuoi!
      Un abbraccio 🙂

      Mi piace

      • Ciao Affy. Ci saranno le risposte, non “puntuali” come ti ho scritto io (“a stasera”), ma ci saranno. Poco fa ho fatto un post sulla (mia )mamma, per la “festa della—-“, con alcune canzoni fra quelle che le piacevano-e’ un blog musicale,quindi tratto anche l’argomento della festa della mamma cosi’- , e fra poco pranzo… 🙂

        Liked by 1 persona

  6. L’infinita dolcezza che riempie le tue parole mi riempie il cuore. Posso farti una domanda: perchè hai chiamato il tuo uccellino Donald? Mi ricorda non so perchè un arruffato essere goffo, mentre sono certa il tuo uccellino sarà meraviglioso quasi maestoso. Un abbraccio cara Affy, ti sono vicina Co-Costa-Stanza

    Liked by 1 persona

    • Ti ringrazio molto 🙂
      Il nome “Donald” in realtà è stato scelto da Gigi un amico blogger, mi è piaciuto e da quel momento il tortorello è stato chiamato così. Sai, inizialmente Donald era proprio goffo ma di una tenerezza unica, il nome gli si addice proprio.
      Ti abbraccio e faccio un salto da te ♥

      Mi piace

  7. Ciao Affy, come stai? Sto adesso scrivendo solo dei saluti- a parte un commento breve 🙂 mi prendo in giro..- a Rebecca, sulla telologia ed il modo di credere….-. Ieri notte ho fatto un postino (si puo’ scrivere, “postino”?) su una canzone di Battisti. Sono passato a salutarti, ciao affy e buon weekend 🙂

    Marghian

    Mi piace

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...