Un muro, una foto, lo stesso pensiero …

Mi sono fermata davanti a questo muro, davanti a questa scritta.

Ho scattato una foto.

Quattro anni di blog.

Un modo per dirvi:

GRAZIE”!      

Affy                            

 

Annunci

31 thoughts on “Un muro, una foto, lo stesso pensiero …

  1. Mi unisco al coro anch’io cara Affy: grazie a te per tutti i bei momenti, le emozioni, le condivisioni di pezzetti della tua vita che ci hai regalato con la tua sensibilità e modo fantastico di scrivere.
    Un abbraccio cara amica, il mio folletto della felicità… 😉 ❤

    Liked by 1 persona

  2. “Se un muro serve a ricordare di essere ancora o sempre vicini, un ponte serve ad essere vicini anche se si e’ lontani” (Marghian).

    Pensierini… :
    “A vivere si imparano tante cose”. A che pro, se le dobbiamo poi dimenticare con la morte? Dunque, deve esserci una sopravvivenza (“quello che abbiamo imparato lo trasmettiamo agli altri”. No, non ci siamo quello e’ importante ma non e’ sopravvivenza, non e’ “aldila’”, la consolazione del solo ricordo ad Ugo foscolo, a me servono giganti.. 🙂 )

    “Ecco perché oggi sono qui un po’ arrabbiata con te Papà che in un giorno di maggio hai lasciato per sempre la mia mano …”. . Sembra cosi’, che chi ci lascia..ci lasci davvero. E ci disperiamo. Ma attenti alle apparenze. Non facciamo come quello che, camminando nel deserto con Dio, vedeva due paia di impronte, poi ne vide un solo paio, erano le sue impronte, e…-“Dio mi hai abbandonato?”- “No, ti tengo in braccio, perche’ tu… ti sei stancato di camminare”. Ciao Affy 🙂

    Marghian

    Liked by 1 persona

    • Allora…” … poi ne vide un solo paio, erano le sue impronte”. Allora … quelle “erano le sue impronte” e’ in piu’, nella metafora erano le impronte di Dio, non “le sue”. Ma perche’ sbaglio cosi’? Sveglia (dico a me) 🙂

      Liked by 1 persona

      • Ciao Affy. Qui confusioncella ci cova – da parte mia… -, nel senso che le ho scritto le mie frasi (tolta la prima), i miei “pensierini” convinto, leggi leggi, convinto di trovarmi nel post dove scrivi che tuo padre, “a maggio ha lasciato la tua mano”. Credevo, insomma, che questo post, “il muro per essere piu’ vicini”, ed il post dove hais critto “crepare di maggio..”eccetera, fossero lo stesso post!!!! Che disaastro, ecco perche’ ho scritto “Ecco perché oggi sono qui un po’ arrabbiata con te Papà che in un giorno di maggio hai lasciato per sempre la mia mano …”. . Sembra cosi’, che chi ci lascia..ci lasci davvero. E ci disperiamo. Ma attenti alle apparenze. .” .eccetera per dire che il tuo papa’ non tha abbandonato e cosi’ via. Dai, guardando a tuttie e due i post si capisce cosa intendevo, “muri e ponti” e l’altro. E poi credevo di non saper fare il minestrone, alla faccia… 🙂 Ciao Affy .

        Liked by 1 persona

Il tuo commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...